IC LUCIANI ASCOLI PICENO

Continuità – Orientamento

Continuità – Orientamento

PIANO CONTINUITA’ ED ORIENTAMENTO D’ISTITUTO

L’Istituto prevede un Piano continuità ed orientamento che mantiene a fuoco gli obiettivi previsti nei vari ordini e nei differenti settori avendo cura di rendere fluida, integrata e progressiva l’offerta formativa (continuità orizzontale e verticale). 

Ogni percorso proposto mira a ricercare, scoprire e sviluppare le potenzialità e le competenze di ciascuna persona (orientamento a più dimensioni) per renderla capace di valutare, scegliere ed operare in modo consapevole ed attivo, traducendo il proprio percorso formativo in un personale ed efficace progetto di vita. 

a.Continuità 

Tenendo conto dei compiti derivanti dalla specificità dell’Istituto, comprensivo del primo ciclo, questa scuola prevede una serie di azioni specifiche tra cui: 

a-attività funzionali a promuovere la continuità educativo-didattica tra i tre ordini di scuola: 

•giornate di Continuità tra le classi ponte Infanzia-Primaria e Primaria-Secondaria per iniziative di incontro/conoscenza ed attività condivise tra docenti e studenti di ordini differenti;

•progetti curricolari in collaborazione tra ordini attivati anche con l’ausilio di Enti ed Associazioni (es. Progetto Me.Te.; Progetto Outdoor education Montessori infanzia-primaria) 

b-ricerca di indicatori educativo-didattici utili alla definizione di “competenze di passaggio” essenziali per gli alunni in uscita/ingresso tra differenti ordini scolastici; c-predisposizione, rielaborazione ed impiego di prove d’ingresso condivise per tutto l’Istituto all’interno delle classi in ingresso alla Primaria e alla Secondaria per poter monitorare il punto di partenza dei nostri studenti e riflettere sulle scelte e prassi didattiche; 

d-monitoraggio e revisione di curricoli verticali alla luce delle nuove Indicazioni Nazionali e delle necessità di crescita, educative e personali degli studenti del nostro Istituto per progettare un percorso unitario scandito da obiettivi graduali e progressivi, che permettano di consolidare l’apprendimento e al tempo stesso di evolvere verso nuove competenze; 

e-predisposizione e rielaborazione di strumenti didattici ed ambienti di apprendimento condivisi tra docenti e studenti dell’Istituto per promuovere la condivisione di procedure e buone pratiche ed ottimizzare in ottica integrata tutte le risorse disponibili (un es.: Aula STEM).  

b.Orientamento

“Oggi l’orientamento non è più solo lo strumento per gestire la transizione tra scuola, formazione e lavoro, ma assume un valore permanente nella vita di ogni persona, garantendone lo sviluppo e il sostegno nei processi di scelta e di decisione con l’obiettivo di promuovere l’occupazione attiva, la crescita economica e l’inclusione sociale. …L’orientamento è considerato, infatti, come: “un insieme di attività che mette in grado i cittadini di ogni età, in qualsiasi momento della loro vita di identificare le proprie capacità, competenze, interessi; prendere decisioni consapevoli in materia di istruzione, formazione, occupazione; gestire i propri percorsi personali di vita nelle situazioni di apprendimento, di lavoro e in qualunque altro contesto in cui tali capacità e competenze vengono acquisite e/o sviluppate” (Risoluzione del Consiglio d’Europa del 21/11/2008: “Integrare maggiormente l’orientamento permanente nelle strategie di apprendimento permanente”) 

Linee guida nazionali per l’orientamento permanente – NOTA MIUR 19.02.2014, PROT. N. 4232

Partendo da quanto disposto dalle Linee guida Prot. 0004232 MIUR 19/02/14, l’Istituto ha avviato un “Piano orientamento” che si snoda in molte attività e progetti proposti nei successivi ordini scolastici che si intensificano nella secondaria. 

L’obiettivo prioritario è la CONOSCENZA DI SE’ STESSI. 

Il punto focale è quindi la persona in tutti i suoi aspetti: emotivo, cognitivo e sociale, per cui le attività di orientamento, che l’Istituto propone già a partire dalla scuola dell’infanzia, diventano una guida che fornisce agli allievi gli strumenti per definire meglio la propria identità, per individuare i propri punti di forza e di debolezza, cercando di fare in modo che siano loro stessi a capire, ad auto-orientarsi. 

Il piano prevede: 

orientamento formativo o didattica orientativa/orientante

a) insegnamento/apprendimento disciplinare, finalizzato all’acquisizione dei saperi di base, delle abilità cognitive, logiche e metodologiche, ma anche delle abilità trasversali comunicative metacognitive, metaemozionali, ovvero delle competenze orientative di base e propedeutiche;

b) attività e laboratori curricolari e/o in orario aggiuntivo che mirano a far scoprire agli alunni le proprie attitudini e le realtà produttive-professionali contemporanee presenti nel territorio per renderli consapevoli delle proprie potenzialità e del loro possibile impiego: corsi pomeridiani di base organizzati per macro-aree di riferimento e laboratori speciali;

– attività di accompagnamento e di consulenza orientativa:

azioni volte ad abituare i ragazzi a “fare il punto” su sé stessi, sugli sbocchi professionali, sui percorsi formativi successivi (differenze tra ordini di scuola, piani di studi e offerte formative, orari, distribuzione degli Istituti superiori sul territorio…), sul mercato del lavoro, a trovare una mediazione sostenibile tra tutte queste variabili e a individuare un progetto concreto/fattibile per realizzarle; si tratta di attività che possono riguardare l’intera classe (orientamento di gruppo), piccoli gruppi (orientamento di piccolo gruppo in risposta a bisogni orientativi specifici e/o speciali), singole persone (consulenza breve individuale e/o con i genitori). Alcune azioni previste in Istituto: 

– rilascio della certificazione delle competenze acquisite dagli allievi al termine della scuola primaria e del primo ciclo di istruzione (art. 9 del Decreto Legislativo n^ 62/2017) 

– consegna del Consiglio orientativo: durante l’incontro scuola-famiglia programmato nel mese di dicembre, i coordinatori delle classi terze secondaria di I^ grado consegnano ai genitori/referenti parentali il consiglio orientativo di ogni alunno, stilato dai Consigli di Classe tenendo presente: l’andamento nel triennio dal punto di vista didattico, la crescita personale, le informazioni ricevute da tutte le attività orientative svolte durante il triennio 

– attivazione degli incontri orientativi: 

a) open day /laboratori della continuità: giornate laboratoriali proposte agli alunni in fase di passaggio da un ordine scolastico all’altro (infanzia-primaria; primaria-secondaria di I^ gr.) con la partecipazione dei docenti degli ordini scolastico coinvolti 

b) campi di orientamento: conferenze attive, esperienze di didattica laboratoriale e di rapporto tra scuola e territorio condotte tramite una progettualità condivisa tra insegnanti e “mentori” provenienti da Enti, imprese sociali, università

c) incontri informativi per i genitori/referenti parentali degli alunni in passaggio da un ordine scolastico all’altro 

d) incontri con i docenti delle scuole superiori che vengono in classe ad illustrare l’Offerta Formativa degli istituti che rappresentano (per gli alunni delle classi 3^ secondarie di I^ gr., in orario curricolare, nei mesi di dicembre/gennaio)

d) visite nelle scuole superiori di prosecuzione studi (per alunni con particolari bisogni speciali in iscrizione negli ordini scolastici successivi, i rispettivi Consigli/equipe di classe possono decidere di programmare visite di conoscenza e di ambientazione nei/lle plessi/scuole scelti/e per la prosecuzione degli studi) 

e) supporto ai genitori/referenti parentali per la partecipazione alle giornate orientative organizzate dagli Istituti superiori del nostro territorio 

– seminari di sensibilizzazione: nell’ambito del progetto-servizio “Patto educativo” attivato in Istituto, incontri di supporto per i genitori degli alunni in fase di passaggio da un ordine scolastico all’altro (infanzia-primaria; primaria-secondaria di I^ gr.; secondaria di I^ gr.-secondaria di II^ gr. ) 


Inoltre nel sito dell’Istituto sono costantemente messe a disposizione informazioni e risorse offerte dal MIUR.

Un esempio: il portare sull’’orientamento del Ministero dell’Istruzione https://www.orientamentoistruzione.it/

Progetto ORIENTA-MENTE -scuola secondaria di I^ grado

Il progetto Orienta-mente racchiude tutte le attività aggiuntive annualmente proposte agli alunni della scuola secondaria di I^ grado e contiene differenti progetti afferenti alle macro-aree tematiche previste dal curricolo progettuale d’Istituto. 

Di norma si prevedono progetti che coinvolgono la/o lo psicologo del “Centro d’ascolto”, proposte curricolari d’ordine omogenee, per garantire pari offerta a tutti gli alunni delle diverse classi dell’istituto; eventi preparati in orario curricolare e rivolti ad ampia fascia di utenza per garantire comunque agli allievi un’opportunità di ampliamento dell’offerta formativa base (es. giochi sportivi, corsi sulla sicurezza informatica/ sulle nuove tecnologie ad impatto sociale). Ove possibile, concorrono all’ampliamento dell’offerta progettuale corsi specifici erogati dagli Enti comunali attraverso risorse professionali qualificate e/o garantiti dall’Istituto stesso tramite adesione a bandi nazionali/europei ( es. PON), collaborazioni con l’Ufficio per l’Impiego di Ascoli Piceno e con tutti gli Istituti superiori della città. Sono attività consolidate i progetti ambientali, i corsi di lingua inglese, di latino e greco, i corsi di teatro, la propedeutica  musicale, le manifestazioni canore,  i concorsi musicali  e i corsi sportivi. 

Le attività progettuali proposte contribuiscono alla realizzazione di un sistema educativo integrato tra scuola e territorio e scaturiscono dalla necessità di offrire ai nostri alunni migliori e maggiori opportunità formative, nel rispetto del diverso potenziale di ciascuno nella consapevolezza delle opportunità offerte dal territorio di appartenenza. Esse tendono:

– a migliorare le competenze culturali con la promozione e diffusione della cultura umanistica;

 -a sostenere lo sviluppo estetico e la creatività tramite l’acquisizione della conoscenze del patrimonio artistico e l’esercizio di pratiche connesse a forme musicali, coreutiche, teatrali ed artistiche;

 -a potenziare l’attività sportiva come momento di crescita che consolidi il bisogno di muoversi, di giocare, di confrontarsi con gli altri e che affini le capacità percettive e gli schemi motori e posturali; 

-a promuovere l’approccio comunicativo-funzionale della lingua. 

Il contesto in cui si inserisce il progetto Orienta-Mente è complesso e in continua evoluzione: le trasformazioni dei vari ambiti scientifico-tecnologici, l’affermarsi dell’economia globale, il diffondersi della formazione continua in risposta alle rapide modificazioni del mercato del lavoro e della qualità del lavoro hanno sconvolto le tradizionali identità lavorative e le classi sociali.

Questa nuova realtà ha portato a ripensare l’orientamento nell’ottica di una maggiore attenzione ai reali bisogni dei giovani  che si trovano, diversamente dal passato, a confrontarsi con realtà scolastiche e lavorative complesse, in continuo mutamento e, proprio per questo, spesso difficili da elaborare e da cogliere nella loro effettiva valenza.

Orienta-mente per gli alunni a.s. 2021/22